News

VENINI E MANDARIN ORIENTAL MILANO ANNUNCIANO UNA PRESTIGIOSA COLLABORAZIONE

Lo spazio raffinato dell’hotel Mandarin Oriental di Milano, caratterizzato da forti segni estetici e ricco di citazioni, è il luogo ideale per celebrare il fermento artistico dei primi anni del Novecento con un progetto sensoriale che intreccia design e gusto.

  • Massimo De Angelis

 La suggestiva atmosfera che si respira nel Bar e Bistrot dell’albergo fa da cornice a una delle più sorprendenti espressioni della vetreria: i bicchieri Esagonali reinterpretati per servire l’esclusivo cocktail Venini Frozen. Realizzato dai mixologist di Mandarin Milano il drink sorprenderà gli esigenti palati grazie alla sua inedita ricetta, ovvero una base di sakè miscelata ai gusti di ananas, limone e zenzero, per una combinazione ideale di vivacità e freschezza. I bicchieri Esagonali, disegnati da Vittorio Zecchin tra il 1921 e il 1925, rappresentano una delle collezioni iconiche dell’azienda e nel tempo sono stati soffiati in tonalità e dimensioni diverse. Un bicchiere senza tempo arricchito da un particolare filo colorato ripreso a caldo nella parte superiore seguendo la direzione creativa di Carlo Scarpa negli anni Quaranta. La leggerezza del vetro e la forza geometrica dell’esagono traducono perfettamente l’essenza artistica che da sempre caratterizza il marchio Venini, quel momento di assoluta intesa in cui il designer e il maestro vetraio si misurano nella ricerca di una perfezione unica. In occasione della collaborazione con Mandarin Oriental Milano, Venini ha ripensato i bicchieri esagonali scegliendo il vetro in colore nero con un filo nella tonalità Lattimo, così da poterli inserire nell’armonia dell’ambiente, per offrire un’esperienza totalizzante. Le sinergie tra il brand veneto e l’albergo meneghino coinvolgono pure alcune suite della struttura con un progetto di lifestyle a tutto tondo, che prevede l’arricchimento degli spazi con alcune delle opere più significative della vetreria, grazie a una miscela di eleganza e design contemporaneo.