News

UNA NAVE DA CROCIERA IN PASSERELLA PER CHANEL

‘La Pausa’ è il nome dello scenografico transatlantico allestito al Grand Palais di Parigi per l’attesa sfilata Cruise 2019 della maison Chanel. Un omaggio a Coco e alla celebre villa che Mademoiselle acquistò nel sud della Francia, in Costa Azzurra, sua residenza estiva

  • Massimo De Angelis

‘La Pausa’ è il nome dello scenografico transatlantico allestito al Grand Palais di Parigi per l’attesa sfilata Cruise 2019 della maison Chanel. Un omaggio a Coco e alla celebre villa che Mademoiselle acquistò nel sud della Francia, in Costa Azzurra, sua residenza estiva. Sulla passerella una collezione ispirata al tema marinerie, reinterpretata dal punto di visto creativo da Karl Lagerdeld, con un occhio di riguardo verso il pianeta millenials. Un interessante ‘viaggio’ stilistico in cui si intreccia passato e presente, tradizione e innovazione, estro e fantasia. Ecco che la tipica giacca da tailleur appare accorciata per sposare pantaloni dalla vestibilità ampia, oppure si reinterpreta nella versione oversize, abbinata alla gonna dritta, mentre i bijoux con l’iconica doppia C vengono indossati con i jeans sdruciti o la minigonna corta di pelle nera. Non possono mancare le righe, chiaro riferimento al mondo del mare e della crociera, dalle classiche verticali in bianco e blu alle soluzioni più romantiche in bianco e rosa della blusa in cotone con manica a sbuffo, per proseguire con le versioni luminescenti degli abitini sopra il ginocchio percorsi da bande orizzontali e con motivi a zig e zag o ancora in onde nere e bluette. Filo conduttore del suggestivo defilé il basco, copricapo perfetto sia per le proposte sportive che per quelle eleganti. La novità è rappresentata dal collant sotto la gonna di colore bianco, da tempo assente dall’universo fashion.  Ma Chanel guarda anche al futuro e continua a sostenere i giovani designer nel campo della moda, o della fotografia, dando loro la possibilità di partecipare allo sviluppo delle collezioni nel prestigioso atelier della maison. L’obiettivo è quello di mantenere uno sguardo attento verso le diverse espressioni stilistiche e artistiche, puntando sui talenti di domani.