News

PRADA SFILA A SHANGHAI E FA RINASCERE UNA STORICA DIMORA CINESE

Un investimento rilevante sulla Cina e un sensibile rilancio nel segno della cultura per il gruppo Prada, celebrato con un maxi evento che ha riunito moda e arte grazie a una sfilata ad hoc per inaugurare il suo ultimo progetto nel Paese Asiatico.

  • Massimo De Angelis

La società italiana, quotata alla Borsa di Hong Kong, ha alzato il velo su Rong Zhai, scrupoloso restauro di una celebre dimora del 1918 nel quartiere centrale di Shanghai. L’elegante spazio ospiterà d’ora in avanti le sue molteplici attività nell’ex Impero Celeste, una sorta di quartier generale impostato verso l’universo culturale, a conferma del notevole impegno di Miuccia Prada e Patrizio Bertelli sia nei confronti della realtà cinese che rispetto al patrimonio artistico in generale. La giornata dedicata all’opening della struttura ha incluso la presentazione della linea Resort 2018, applaudita a scena aperta dal numeroso pubblico nel parterre. Sugli estremi che si armonizzano la stilista milanese gioca dall’inizio alla fine: con le sovrapposizioni , i pesi contrastanti dei tessuti, le scarpe colorate e dai tacchi sottili, le borsine per cui è stato reinterpretato un antico marchio della casa. Per quanto riguarda i colori utilizzati si può notare molto grigio, rosa polvere, verde mandorla e un tocco di noir. Al termine del fashion show è iniziato l’evento di apertura ufficiale della storico edificio, il cui restyling sintetizza le capacità sviluppate da Prada nella ristrutturazione di immobili con la sua fede incrollabile nel valore del rispetto della tradizione e grazie a una fattiva collaborazione tra architetti occidentali, studiosi e artigiani asiatici. Il risultato finale rappresenta una vera e propria sintesi culturale internazionale: un produttivo dialogo per le città di Milano e Shanghai, capace di rendere onore alla famiglia che ha originalmente commissionato questa prestigiosa residenza, a tutte le persone che l’hanno realizzata e ai team di esperti cinesi e italiani che sono riusciti nell’opera di restituirle il suo legittimo splendore.