News

ILLY FESTEGGIA 25 ANNI Di ART COLLECTION CON ROBERT WILSON

Grande successo a Venezia per la mostra di Robert Wilson dedicata al 25 esimo anniversario delle Illy Art Collection.

  • Massimo De Angelis

Inaugurata nella suggestiva location dei ‘Magazzini del sale’ durante i primi giorni della Biennale Arte 2017, la retrospettiva celebra le serie di tazzine che dal 1992 Illy Caffè realizza in collaborazione con i più importanti artisti contemporanei internazionali. Il forte interesse e il notevole riscontro positivo suscitato, hanno indotto a prolungare l’apertura per l’intero periodo estivo, dando così al pubblico atteso in Laguna la possibilità di immergersi fino al prossimo 10 settembre nell’universo del geniale artista statunitense. Un percorso in sette ambienti che il poliedrico Wilson, Leone d’oro per la Scultura 1993, crea integrando una grande varietà di linguaggi. Quindi, uno spazio onirico di forte impatto visivo popolato da animali, da sempre presenti nelle sue opere come emblemi della capacità di ascoltare, dell’abilità di muoversi e dell’attenzione verso tutto ciò che ci circonda. Girando per le diverse sale diviene possibile scorgere una tigre siberiana all’interno di un bosco; conigli meccanici in un interno vintage; lupi e vulcani accesi; gru e scimmie in un candido giardino; un’elegante pantera e una sorpresa finale alla ‘Wunderkammer’ dedicata alla celebrazione delle iconiche tazzine disegnate da Matteo Thun nel 1991 e interpretate, in 25 anni di Illy Art Collection, da personaggi del calibro di Marina Abramovic, Robert Rauschenberg, Jeff Koons, Julian Schnabel, Anish Kapoor e Daniel Buren. Una vastissima collezione di oggetti artistici di uso quotidiano, dove i maggiori creativi contemporanei hanno lasciato il segno del proprio estro contribuendo a rendere l’originale tazzina da Espresso Illy un simbolo immediatamente riconoscibile per l’alta qualità e la passione verso il mondo artistico. Il titolo della mostra ‘The Dish Ran Away With The Spoon. Everything You Can Think of is True’ invita i visitatori in un pianeta fantastico tipico del suo modo di approcciare il processo creativo mantenendo sempre lo sguardo di un bambino.