News

HERMES PUNTA SULL’ELEGANZA E INVESTE NEL SETTORE PELETTERIA

Leggerezza e grazia non comuni per la collezione donna della prossima estate firmata Hermes. Forse le migliori proposte create dalla stilista Nadege Vanhee – Cybulski, brava a traghettare i codici di questo storico marchio verso un’eleganza contemporanea che si spinge oltre la tradizione della seta o dei vestiti ben confezionati.

  • Massimo De Angelis

In passerella sfilano outfit perfetti sia per l’ambiente ufficio sia per una vacanza in Costa Azzurra, accumunati dalla purezza delle linee e dalla ricercatezza di materiali o dettagli. Si notano silhouette pulite e portabili che vanno dai pantaloni cropped a quelli dalla vita alta lunghi fino alla caviglia, da gonne a sigaretta indossabili con deliziose camicie di seta a vestiti fluidi di twill in tessuto stampato. La donna Hermes ha un vasto guardaroba su cui poter contare, composto da giacche, abiti, trench a mantella, gonne di pelle e maglie leggere e impalpabili. Particolare il modello di pantalone con gamba larga e scenografici pannelli laterali, da indossare con la cintura in vita e il pullover attillato. Numerosi i dettagli classici della maison, raffinati gli accessori come orecchini e collane in grado di esaltare le fantasie a quadre o a righe dei capi. I sandali, dal tacco alto e trasparente, vengono declinati in diversi materiali e colori, in perfetta sintonia con il resto del look. Le borse di gabardine a quadri, cuoio o coccodrillo si portano a mano, mentre appare delicata la paletta cromatica , dove al bianco, nero e blu fanno da contraltare le tonalità giallo o rosa. Proprio nel settore pelletteria la griffe ha deciso di scommettere, realizzando due poli manifatturieri nelle regioni transalpine dell’Aquitania e del Seine et Marne, che impiegheranno ciascuno 250 artigiani specializzati. Insomma la maison continua a puntare sul made in France, e non si tratta di seguire solamente una precisa strategia, bensì risponde alle odierne esigenze di business. Bisogna ricordare che Hermes nell’esercizio 2016 ha ottenuto ricavi per 5.2 miliardi di euro, segnando una crescita del 14% nel fondamentale segmento pelletteria.