News

ETRO FESTEGGIA 50 ANNI E FA IL GIRO DEL MONDO

Un lungo viaggio, che parte dal luogo dove è tutto iniziato, per poi approdare nei Paesi che riconoscono e apprezzano la maison. Etro compie 50 anni e si prepara a una serie di eventi programmati durante l’intero anno 2018.

  • Massimo De Angelis

Mezzo secolo di moda, vestiti, tessuti e di icone come il motivo paisley, fil rouge di collezioni che hanno vestito generazioni diverse, sviluppandosi progressivamente. Fondata nel 1968 da Girolamo ‘Gimmo’ Etro, la griffe si è evoluta nel tempo da realtà tessile a brand di homewear, abbigliamento maschile e femminile, accessori e fragranze. Rimanendo sempre un’azienda di carattere familiare, gestita oggi dai quattro fratelli Jacopo, Ippolito, Kean e Veronica. Il lungo percorso di celebrazioni, che prende in considerazione artigianalità, stile, fantasia, suggestioni legate alla tradizione e nuove ispirazioni, sarà suddiviso in numerose tappe nelle città di tutto il mondo. Il fitto calendario di appuntamenti parte a gennaio da Milano, dove il Palazzo del Ghiaccio si trasformerà in un itinerario immaginifico, capace di racchiudere piccoli universi caratterizzati dal fascino e dalla cultura del New Dandy. A seguire il lancio della significativa campagna pubblicitaria, la sfilata durante la fashion week meneghina di febbraio, la presentazione della linea design nella settimana del Salone del Mobile in aprile. Nei mesi successivi la Etro Tribe volerà in terra straniera, giungendo nelle più importanti piazze internazionali, da Tokio a Seul, da New York a Shangai, da Dubai a Mosca, con l’apporto e collaborazione di scrittori, artisti, influencer e registi, i quali racconteranno i loro pensieri, nonché le prospettive per gli anni a venire.  Il tour si concluderà nella metà di settembre a Milano: nel capoluogo lombardo è difatti in calendario una prestigiosa mostra presso il Museo Mudec. Qui il pubblico sarà invitato a immergersi nell’estro e nei colori della maison, tra oggetti cult, pezzi storici, abiti, fotografie e video in grado di raccontare al meglio il passato, ma anche di proiettare verso il futuro con esperienze interattive e progetti di rilievo.