News

LE DONNE VIAGGIATRICI Di DIOR

Sessantasei moderne esploratrici. La maison Dior nella sfilata alta moda per il prossimo inverno ha scritto un racconto di un percorso immaginifico: il viaggio, tra il glamour e l’onirico, della stilista Maria Grazia Chiuri nato sfogliando vecchi appunti del grande couturier francese, scoprendo il suo bisogno di avventura, di esplorazione, nonché l’entusiasmo verso i personaggi femminili.

  • Massimo De Angelis

Figure che hanno popolato la letteratura lasciando un’immagine forte, importante, un’eleganza che la griffe parigina ha inseguito e che ora la designer ha voluto rispolverare alla luce di un nuovo tipo di donna. Seguendo l’onda, un po’ nostalgica e un po’ proiettata nel futuro, ecco scendere in passerella proposte tutte suggerite da emozioni, riflessioni e speranze. Nella prima parte della collezione dominano i colori grigi, senza trascurare le nuances petrolio o cenere, che si ritrovano nei cappotti, negli abiti di chiffon, persino nei cappelli con evidente taglio maschile. Di sera, invece, prendono il sopravvento le trasparenze, le tonalità degradano dal nero al rosso, fino al cipria e al bianco, mentre generose scollature amplificano la femminilità della viaggiatrice, sicura di sé, consapevole delle proprie ambizioni e possibilità. Immancabile il tailleur, decisamente attualizzato, affiancato dalla tuta aviatore in pelle o pelliccia, con il tweed a mescolarsi con la nitidezza del tulle. Un trionfo del savoire faire, in un mix di capi in velluto e vestiti decorati da ricami. Ma per la prestigiosa maison Dior, oltre alla presentazione della sfilata, è il momento di celebrare il 70esimo anniversario attraverso una retrospettiva al Museo parigino della Arti Decorative dove vengono esposti più di trecento abiti, realizzati dal 1947 a oggi. Ogni sala rappresenta un preciso itinerario creativo, ripreso analizzando l’universo eclettico, infinito e sorprendente del fondatore, Monsieur Dior, genio indiscusso nella moda del ventesimo secolo. Fin da quando regalò alla donna il sogno di una classe senza confini, grazie all’uso di estro, fantasia, splendide stoffe e lavorazioni artigianali di altissimo livello.