News

BALMAIN INVESTE NEL RETAIL E APRE A MILANO IN VIA MONTENAPOLEONE

La maison Balmain punta sul retail e ha inaugurato il primo store italiano nel cuore di Milano durante la movimentata design week. Un opening importante all’insegna dello stile e della realtà virtuale, nonché una vetrina sul mondo eclettico del direttore creativo Olivier Rousteing, anima del rilancio internazione della griffe

  • Massimo De Angelis

La  maison Balmain punta sul retail e ha inaugurato il primo store italiano nel cuore di Milano durante la movimentata design week. Un opening importante all’insegna dello stile e della realtà virtuale, nonché una vetrina sul mondo eclettico del direttore creativo Olivier Rousteing, anima del rilancio internazione della griffe. L’elegante boutique occupa una superficie di 280 metri quadri disposti su due livelli all’indirizzo di via MonteNapoleone 27, ospitando le collezione del pret a porter e la linea accessori donna. Si tratta del secondo negozio europeo dopo quello parigino per la casa di moda nell’orbita del fondo Mayhoola. Gli interni dello spazio prendono ispirazione dal tipico hotel particuler della capitale francese, e il concept, fra innovazione e tradizione, verrà replicato nelle prossime aperture. Al progetto, insieme allo studio Amw, ha lavorato lo stesso designer del brand, che ha dichiarato a tal proposito ‘Sono davvero felice poiché questo concept rispecchia l’immagine di Balmain, ovvero lusso, qualità e couture. Un giusto mix di gusto classico francese e modernità della mia generazione con in più l’intervento della virtual reality’. ‘My city of lights’ è infatti il progetto principe del nuovo shop, che consente di entrare nell’universo artistico di Olivier Rousteing in maniera completamente inedita: due minuti per un viaggio virtuale alla scoperta dello store. Un modo differente di comunicare il brand che scommette sull’entertainment. Entrare con il piede giusto in Italia risulta il concreto obiettivo di Balmain, essendo il secondo mercato del pianeta dopo gli Stati Uniti per la maison, presente in ogni zona della penisola attraverso diversi rivenditori wholesale. Tanta effervescenza commerciale la si deve soprattutto al nuovo manager Massimo Piombini, la cui missione appare quella di incrementare i guadagni aziendali e realizzare una realtà fashion del lusso a 360 gradi. Le future aperture di boutique riguarderanno le città americane di Las Vegas e Miami, previste entro l’anno, poi a seguire lo store a Roma, per un totale di trenta negozi da qui a cinque anni.