News

ASPESI APRE IL SUO ARCHIVIO STORICO E OMAGGIA LA CITTA’ Di MILANO

In occasione del Photo Vogue Festival, Alberto Aspesi ha deciso di aprire gli archivi della maison e mostrare la collezione vintage ‘This is a door; Here is a sea’, scegliendo personalmente dodici pezzi unici celebrati attraverso gli scatti di Clara Giaminardi.

  • Massimo De Angelis

Una capsule di sperimentazione composta da abiti femminili realizzati a mano. A queste significative immagini, presentate con un mondano evento nella boutique meneghina di via MonteNapoleone, si è aggiunta l’opera creata dal mago dell’obbiettivo Paolo Roversi, con il quale la griffe italiana collabora da diverse stagioni per la produzione delle sue campagne pubblicitarie. L’interessante progetto sottolinea l’attenzione e la ricerca che Aspesi ha sempre avuto nei confronti di ogni forma di arte, da cui la volontà di partecipare a manifestazioni fashion con lo scopo di rafforzare sempre di più il legame tra Milano e l’universo della fotografia di moda. Il forte sodalizio del brand con il capoluogo lombardo appare evidente, e indissolubile, tanto da decidere di rendere omaggio alla città con una serie di video, tra i quali spicca il filmato che mostra alcuni capi della linea uomo. Al centro una figura maschile che indossa abiti dove prevale l’ispirazione militare. Tessuti pregiati, design puliti ed essenziali, ma al tempo stesso ricercati e moderni. Uno stile minimalista, nonché sofisticato, che ben si accosta alla quotidiana realtà milanese. Trench doppiopetto, giacche in velluto con tasche, elegante cappotto, lunghi parka dall’interno in lana diventano pezzi importanti nel guardaroba contemporaneo. E naturalmente le tonalità verde e caki risultano protagoniste assolute. Proposte capaci di riflettere a pieno il Dna del marchio, fedele a se stesso nel tempo, che va oltre i trend passeggeri. La griffe Aspesi, fondata nel 1969, rimasta legata per anni agli iconici piumini, gilet e camicie in thermore oggi ha saputo rinnovarsi con estro e fantasia venendo incontro al gusto della garbata clientela.